fiori-di-bach - Allevamento Amatoriale - Aldaran Cattery - Norwegian Forest - Egyptian Mau

Vai ai contenuti

Menu principale:





 

Gli animali sono dotati di una vita interiore dovuta al fatto che i loro corpi sono abitati da un’anima, quindi provano emozioni e sentimenti che consentono loro un’interazione articolata con il mondo esterno e soprattutto di poter manifestare questa loro interiorità nel rapporto con l’uomo. Loro “sentono” ed esprimono il sentire della loro anima tramite il movimento del corpo.

Tuttavia la Natura non ha dato loro la possibilità di accedere ad un livello superiore di coscienza e quindi di evolvere da situazioni di disagio come invece è dato a noi umani tramite il pensiero.  Per questo ogni squilibrio emozionale lascerà un segno più marcato sulla loro anima.

Percorrere un tratto di esistenza con loro significa anche cercare di capire le loro esigenze e necessità, rispettarli e curarli quando ne hanno bisogno. I loro quadri patologici o turbe del comportamento posso derivare da tanti fattori compreso quello di una non corretta convivenza con noi piuttosto che a disagi vissuti precedentemente.

La cultura occidentale è basata sul concetto per cui ogni causa di malattia e sofferenza è esterna a noi, cioè su un’interpretazione che vede separati noi dal resto del mondo. E’ solo da pochi anni che la medicina e la veterinaria si stanno orientando su metodi alternativi di cura che tengono conto di questo insieme inscindibile. Lo stesso Platone asseriva che per ottenere la salute del corpo è necessario curare prima la mente e nessuna cura dovrebbe essere intrapresa senza tenere conto del tutto.

La floriterapia è un nuovo modo di interpretare la malattia ed in particolare i Fiori di Bach sono la cura emozionale per eccellenza; che negli animali che sono privi dei preconcetti che invece contraddistinguono l’uomo, agiscono in modo naturale ed efficacemente. Lo scienziato ideatore di questi rimedi, il Dr Edward Bach era convinto che le malattie sono la manifestazione fisica di uno stato mentale negativo tanto che, via via che questo status peggiora il corpo diviene vulnerabile  ai virus ed ad altri stati di malattia. Si dedicò pertanto alla ricerca di un metodo di cura naturale che portasse all’armonizzazione del sistema anima/mente che riflette perfettamente la legge della causa-effetto tramite l’uso di fiori e piante.
Nascono in questo modo i suoi 38 rimedi floreali, che agiscono principalmente sugli stati d'animo negativi che negli animali possono essere osservati in base ai comportamenti che questi assumono.

I rimedi, suddivisi in base alla funzione da svolgere ( paura, indecisione, indifferenza, solitudine, influenzabilità, scoraggiamento disperazione, eccessivo altruismo) non guariscono agendo sulla malattia , bensì donando al corpo vibrazioni (parliamo di energia vibrazionale come nel Reiki) positive provenienti dall’Io Superiore di ogni creatura.

Non vi è guarigione senza un cambiamento nel modo di vivere senza la pace dell’anima, senza una sensazione di pace interiore” queste le parole di Bach.

Possiamo dire che ogni fiore/rimedio rappresenta un archetipo vibrazionale con una frequenza ben precisa corrispondente alle diverse emozioni che hanno le medesime frequenze vibrazionali e che donano energia armonizzata.  A volte si rende necessario l’assunzione dei rimedi anche da parte del compagno umano per armonizzarsi con l’animale.
Esempi di problemi trattabili con i Fiori di Bach anche coadiuvanti le terapie veterinarie  sono:
- patologie croniche e non
- aggresività
- gelosia
- ansia
- non sopporta la solitudine depressione e malinconia
- paure ingiustificate
- picacismo (mastica tutto)
- stress
- remissività esasperata
- disubbidienza manifesta.

Come per il Reiki non vi sono effetti collaterali di nessun tipo ma sarà  comunque un supporto ad altre terapie  e male che vada, se si è scelto il rimedio non adatto questo non produrrà alcun effetto negativo ne mai nuocerà al nostro animale o a noi stessi.



.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu